Progetto Legalitè: cinque liceali del “Patrizi” vincono il viaggio a Palma di Maiorca

Michela Salatino, Antonietta Fazio, Elena Tranquillo, Federica Critelli e  Domenico Salvati sono risultati i vincitori di Legalitè, un progetto co-finanziato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’associazione In-Progress Calabria.  Importante obiettivo del concorso, che ha interessato ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni è stato quello di  focalizzare l’attenzione dei giovani sull’importanza di essere consapevoli delle proprie scelte e di acquisire modelli di vita sani e positivi; ma soprattutto ha avuto l’intento primario di avvicinare i ragazzi alle istituzioni.

Fulcro del progetto è stata la realizzazione di un video, attraverso il quale i ragazzi hanno potuto esprimere il proprio punto di vista sull’uguaglianza e sulla legalità come bene comune, valorizzando le esperienze di contrasto alla criminalità e le pratiche contro la corruzione:  è lampante, dato l’esito del concorso, che, nel loro lavoro, i liceali cariatesi, guidati dalla prof.ssa Concetta Cosentino, hanno saputo interpretare più di tutti gli altri partecipanti l’importanza sociale del rispetto alla legalità.

Molto soddisfatta per il risultato conseguito si è detta la dott.ssa Ornella Campana, Dirigente Scolastica dell’IIS, che ringrazia l’amministrazione comunale di Cariati(uno dei sette comuni calabresi partners del progetto) per questa bellissima opportunità offerta al proprio istituto che permetterà, a questi studenti, di vivere un’esperienza a dir poco straordinaria. Questi ragazzi infatti, dall’1 al 5 ottobre a Palma di Maiorca, avranno modo di incontrare coetanei spagnoli e tedeschi, di confrontarsi sul tema della legalità in chiave multiculturale  e di avere con loro uno scambio di buone prassi; inoltre saranno impegnati in seminari e in workshop sui temi trattati.

Dunque per il “Patrizi” di Cariati, anche quest’anno scolastico, come quello precedente, si preannuncia ricco di opportunità per i propri allievi. Attualmente infatti, un gruppo di studenti, partito il 5 settembre, sta vivendo un’altra splendida esperienza nella Sila catanzarese, grazie al progetto “Apprendidivertendo”(anche questo viaggio, come quello in Spagna, senza alcun costo aggiuntivo da parte dei partecipanti).