CARIATI – APPROVATO DAL CONSIGLIO IL PIANO COMUNALE SPIAGGIA

Lo strumento è stato adottato dopo quattordici anni. Ora l’ultima parola alla Provincia

di Maria Scorpiniti (“Il Quotidiano del Sud” 16 marzo 2019) 

CARIATI – Dopo 14 anni, Cariati ha il nuovo Piano Comunale Spiaggia, un importante strumento urbanistico per lo sviluppo del turismo balneare, economico e commerciale della cittadina. L’adozione definitiva è stata votata all’unanimità dall’assise civica di giovedì scorso; non sono tuttavia mancati, nella discussione, appunti e osservazioni. Il gruppo di minoranza “Cariati Unita”ha manifestato perplessità circa i pareri favorevoli ottenuti “con prescrizioni” dagli enti sovracomunali. Questa la domanda. Come mai risultano ancora nell’elaborato definitivo? La risposta del gruppo di maggioranza: le prescrizioni saranno comunque rispettate. Ora il deliberato passa alla Provincia per la definitiva approvazione e, successivamente, sarà presentato ai cittadini. 

La comunità cariatese, in particolare i titolari di strutture ricettive e lidi balneari, attende da tempo il Piano che, secondo l’assessore all’urbanistica Paola Apa, è una programmazione “seria che farà sparire l’improvvisazione, migliorerà l’offerta turistica e farà diminuire la disoccupazione”. Unrisultato che premia la tenacia di chi aveva ereditato una “patata bollente” con 123 prescrizioni, ha aggiunto Maria Elena Ciccopiedi, già assessore all’urbanistica nella prima giunta Greco. I cittadini, a questo punto, sperano che l’iter possa concludersi prima della stagione estiva.

I lavori consiliari si sono aperti con gli auguri del presidente del consiglio Antonio Arcuri all’assessore Sergio Salvati, eletto in Consiglio provinciale. Quest’ultimo, nel ringraziare la sindaca Filomena Greco per l’impegno messo a sostegno della sua elezione, ha rinnovato la sua volontà a lavorare per i cariatesi e in favore di tutta la provincia di Cosenza, augurandosi di festeggiare, a breve, anche “l’elezione di qualche nostro componente in Consiglio Regionale”.

Nel corso dell’assise, la maggioranza ha risposto a quattro interrogazioni della minoranza. Sulmancato pagamento della fattura a Filippo Marino per lavori di restauro di balconi e porte nel palazzo comunale, manca l’impegno di spesa; la palestra della scuola media, invece, è inutilizzabile e non risponde ai requisiti minimi di sicurezza, a breve sarà smontata; sulle buche nel manto stradale, a maggio verranno riparate con i soldi dei mutui contratti nel 2009 dalla vecchia amministrazione Sero.

La discussione è stata più animata sulla quarta interrogazione, relativa alle ragioni della mancata apertura del mercato ittico. Ines Scalioti, assessore alla pesca, ha ricordato i bandi andati deserti, mentre sulla richiesta della Cooperativa Pescatori, l’unica disponibile ad aprire l’opera pubblica per la vendita del pescato, mancava la firma, necessaria per chiedere il cambio della destinazione d’uso alla Regione. Sul fatto poi che la Regione, a causa della mancata apertura, abbia richiesto indietro una parte del finanziamento, ha spiegato la Sindaca, ci sono le condizioni per impugnare l’atto. Il capogruppo di minoranza, Leonardo Trento, ha invitato la Greco a convocare la Cooperativa per trovare un accordo.

Nelle sue comunicazioni, la Prima cittadina ha informato dell’incontro avuto con il sub commissario alla sanità Schael e dell’intenzione di chiedere il reinserimento dell’ospedale “V. Cosentino” nella rete sanitaria regionale, oltre al fatto di essere, con la Ciccopiedi, nella commissione sanità dell’Anci. Sui lavori nel centro storico, infine, ha dichiarato che, dopo la mappatura, i fabbricati abusivi verranno rimossi.