Cambio della guardia all’IIS CARIATI: arriva la neo dirigente Sara Giulia Aiello

L’IIS CARIATI ha il suo nuovo Dirigente scolastico: è la prof.ssa Sara Giulia Aiello che il 3 settembre si è presentata ai docenti, presiedendo il suo primo Collegio.

La neo DS,  vincitrice del concorso a preside che il MIUR ha bandito nel 2017 per coprire a livello nazionale, le numerose sedi vacanti e dati in reggenza, sostituisce il dott. Franco Murano, dirigente dell’Istituto comprensivo La Mucone di Acri e reggente, per l’anno Scolastico precedente, dell’IIS CARIATI. 

La prof.ssa Aiello, ex docente e componente dello staff dell’ IIS Pezzullo di Cosenza, dove ha collaborato come referente per molti importanti progetti, è stata anche per diversi anni collaboratore vicario del dirigente scolastico dell’ istituto comprensivo di Grimaldi, avendo alle spalle numeroseesperienze lavorative in tutti i gradi di istruzione. Nel messaggio di saluto ai docenti, la neo preside dell’IIS CARIATI, dopo avere elencato quelli che saranno i suoi obiettivi in veste di dirigente scolastico, in un momento storico particolare, qual è il nostro “ di profonda trasformazione sociale  valoriale e culturale, ha assicurato al suo corpo docente il proprio sostegno “ perché continui a svolgere l’ importante e delicato ruolo di formazione delle nuove generazioni e continui a perseguire traguardi semprepiù ambiziosi con l’idea di una scuola viva e aperta al confronto”. 

“Perché  la scuola”- afferma la dott.ssa Aiello – “rappresenta un ambiente educativo e di apprendimento in cui si trasmettono valori, si suscita il gusto per la conoscenza e la scoperta, si valorizza l’intelligenza e la creatività di ciascun alunno e si affianca al compito “dell’insegnare ad apprendere” quello “dell´insegnare a essere”. Pertanto per la neo dirigente, “l’obiettivo primario è proprio quello di valorizzare l’unicità e la singolarità dell’identità culturale di ogni studente, nell’armonia generale di tutti”. 

Per la dirigente dell’ IIS CARIATI,inoltre, tutti possono “dare un contributo attivo per creare un ambiente di lavoro e di studio sereno, rispettoso dei principi, delle regole, dei ruoli esistenti nella scuola e che favorisca la crescita e lo sviluppo dei giovanissimi”. Sempre “nella convinzione – continua la Ds – “ che la formazione e l’educazione dei giovani, di coloro che domani saranno la futura classe dirigente, possa essere garantita con tutte le forze poste in campo da tutti gli operatori della scuola, in strettissima collaborazione con le famiglie e le realtà del territorio”.

Per questo, la dott.ssa Aiello, fa sapere la sua prioritaria intenzione di voler al più presto “incontrare tutta la comunità locale, gli amministratori dei Comuni di Mirto Crosia e Cariati, il Vescovo di Rossano-Cariati, le associazioni territoriali laiche e religiose, il nuovo parroco, le forze dell’ordine e tutti coloro che insieme alla scuola impiegheranno risorse ed energie, convinti che l’investimento nella Scuola rappresenti il futuro delle nuove generazioni”.

Altro importante punto toccato dalla dirigente nel suo discorso di inizio anno è l’importante  questione del rapporto insegnante-alunno: “solo chi è appassionato può appassionare – dice-  solo chi è intimamente interessato è capace di interessare”. Insomma, per la neo dirigente “l’Istituto d’Istruzione Superiore “LS-IPSC – IPSIA-ITI” di Cariati dovrà diventare, con l’impegno quotidiano e dinamico di tutti, “una scuola europea orientata al futuro, dai valori della tradizione alla sfida dell’innovazione”. 

“Occorre delineare una scuola di qualità – sostiene a tal proposito perentoria la DS-  seria e rigorosa con se stessa e con gli studenti; attenta al processo di insegnamento e apprendimento; improntata al rispetto delle regole, delle persone e delle cose; una scuola impegnata nella trasmissione di valori umani e sociali che sviluppi la sua capacità di essere inclusiva e che sappia arricchirsi attraverso la diversità; una scuola efficiente – sottolinea ancora – attiva e presente nel territorio, dove ogni operatore è chiamato a dare il proprio contributo culturale con un impegno puntuale e preciso e con il buon esempio a cui i ragazzi sono sempre molto attenti e sensibili”.

Ma soprattutto, per la dirigente Aiello, “è giunto il momento di superare la dimensione trasmissiva ed individualistica dell’insegnamento e modificare l’impianto metodologico, in modo da contribuire fattivamente, mediante l’azione didattica, allo sviluppo delle competenze chiave di cittadinanza europea, educando ad una cittadinanza attiva, consapevole, responsabile, democratica, che rafforzi negli studenti il rispetto di se stessi e degli altri, il rispetto dell’ambiente e il senso di appartenenza al territorio”.

Tutta la comunità scolastica dell’IIS CARIATI, che ha accolto con grande entusiasmo la nuova dirigente, le assicura piena collaborazione, nella convinzione che le sue già riconosciute capacità professionali e la sua disponibilità umana,contribuiranno ad offrire alla comunità scolastica un servizio sempre più di qualità.

Concetta Cosentino