VALORIZZARE I BORGHI, I CASI DI CARIATI E MONASTERACE, OGGI IL 4°INCONTRO CULTURALE PROMOSSO DALLA SENATRICE CORRADO

È l’ultimo degli appuntamenti. Ore 19 in zona Pilè

di Maria Scorpiniti

CARIATI – “Dalla Storia il recupero e la valorizzazione dei borghi, i casi di Cariati e Monasterace”, è il tema dell’incontro che si terrà oggi, 25 agosto, alle ore 19, nel centro storico. È l’ultimo dei quattro appuntamenti culturali promossi dalla senatrice e archeologa Margherita Corrado. Dopo la sua introduzione, relazioneranno gli architetti Francesca Martorano dell’Università di Reggio Calabria e Vincenzo De Nittis della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, quest’ultimo esperto di interventi nei centri storici danneggiati dall’abusivismo edilizio. 

L’appuntamento di oggi conclude il ciclo dei momenti formativi,finalizzati alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio storico ereditato da un passato illustre, di cui il borgo di Cariati con le sue otto torri è testimonianza. Nei tre incontri precedenti, sono intervenuti Maurizio Gorra dell’Accademia Internazionale di Araldica, che ha presentato le caratteristiche degli stemmi laici e religiosi che si conservano intatti sui palazzi nobiliari e nelle chiese di Cariati; l’architetto Guglielmo Minervino, esperto in rigenerazione dei centri storici, il quale ha portato l’esperienza dei Paesi esteri e di alcuni centri della Calabria rinati con seri progettidi recupero e con l’impegno dei cittadini. Interessante anche, l’11 agosto scorso, l’esposizione di Alessandro D’Alessio, funzionario del Mibac, già funzionario di zona della Soprintendenza Archeologica della Calabria, il quale ha illustrato il lavoro svolto per il QTRP (Quadro Territoriale Regionale Paesaggistico) Calabria nel 2013, che andrebbe, a parere della Corrado, ripreso in quanto nell’area di Cariati erano stati monitorati 36 siti di interesse archeologico. Nel corso si questo terzo incontro, è stata presentata ufficialmente la neonata associazione per la tutela e la valorizzare il patrimonio culturale di Cariati, formata da cittadini ed esponenti del mondo della cultura, che nei mesi scorsi hanno risposto all’appello lanciato dalla senatrice Corrado, intervenuta sulle costruzioni “abusive” nel centro storico e, in particolare, su una recente ristrutturazione effettuata a ridosso della cinta muraria nel rione Valle.